Spam, spam!


Rispondi
    Rispondi citando

Spam, spam!

Wolf Otakar » Lun Apr 30, 2007 5:15 pm

Arrivano a milioni e intasano le caselle di posta di tutto il mondo. Sono le mail spazzatura, che ogni secondo distribuiscono nel mondo valanghe di consigli per gli acquisti nonché virus e truffe di ogni genere.

I dati dicono che a gennaio la posta indesiderata ha raggiunto quota 72% del totale dei messaggi elettronici ricevuti dagli utenti, contro un 66% registrato nel mese precedente. Tra le mail spazzatura più in voga al momento ci sono quelle con i consigli di Borsa. Secondo i dati, negli Usa ben il 30% mail spazzatura contiene suggerimenti per fare soldi facili con il titolo giusto, ma il fenomeno è da poco sbarcato anche in Europa. I primi dati allarmanti sono giunti dalla Borsa di Francoforte con diversi titoli finiti nel mirino delle truffe elettroniche. Le mail mostrano grafici dettagliati e promettono performance esplosive nell'arco di pochi giorni per i titoli «da comprare assolutamente», «in decollo» o «strong buy» per dirla con i termini degli spammer di Borsa. Che effetto hanno queste mail sul titolo? Tanto per fare un esempio, in soli quattro giorni i volumi di scambio registrati su una piccola azienda soggetta a una campagna di spamming come la Healtheuniverse Inc. sono passati da tremila a oltre due milioni e duecentomila, mentre il valore della singola azione è raddoppiato. Peccato che dopo meno di dieci giorni, i volumi erano tornati ai livelli prossimi allo zero, così come le quotazioni.

Lo schema d’azione della tecnica detta «pump-and-dump» è molto semplice. Lo spammer invia un numero spropositato di mail agli indirizzi di tutto il mondo. Parallelamente sfrutta i propri account su istituti bancari defilati per compiere operazioni speculative. In altre parole, incrementa la domanda comprando con soldi altrui, fornisce i primi risultati promessi nelle mail spazzatura agli investitori, i cui acquisti gonfiano i volumi. Quando ha raggiunto il livello prefissato chiude bottega e scappa. E gli investitori ci guadagnano? Secondo gli esperti i soldi li fa soltanto chi immette in modo massiccio le mail nella rete influenzando così l’andamento delle azioni. A questa risposta è arrivato uno studio coordinato dalla professoressa Laura Frieder della Purdue University ed il Professor Jonathan Zittrain di Oxford. La ricerca ha condotto un’approfondita analisi del «pump-and-dump» negli Stati Uniti e nel Regno Unito e ha analizzato oltre 75.000 mail indesiderate. I ricercatori hanno inviato e ricevuto mail spazzatura dal newsgroup denominato «Nanae» (news.admin.net-abuse.email). Successivamente hanno monitorato e messo a confronto tutti i dati in entrata e in uscita evidenziando quanto una campagna di compravendita finanziaria condotta attraverso la mail possa incidere sulle attività di borsa.

Il risultato? I malcapitati investitori che acquistano un’azione all’apice della campagna mail spazzatura e la rivendono due giorni dopo perdono in media il 5,5%. Di contro chi ha effettuato l'invio, guadagna in media il 5,79%. E bastano anche poche vittime perché ci sia un guadagno. Secondo gli esperti, è sufficiente che lo 0,01% degli incauti investitori reagisca alla mail per far guadagnare soldi agli spammer.

Proviene per la maggior parte dagli Stati Uniti. Questo nonostante nel Paese ci siano tentativi di repressione del fenomeno, con condanne anche pesanti nei confronti degli spammer. Basti pensare ai 9 anni inflitti a Jeremy Jaynes che attraverso i messaggi spazzatura ha raccolto un patrimonio di quasi 25 milioni di dollari. Ma non sono solo gli Usa a produrre stazzatura perché in questi ultimi mesi anche i Paesi dell’Est europeo e quelli orientali stanno inviando in giro per il mondo un quantitativo sempre maggiore di posta indesiderata, a partire dalla Russia, Corea del Sud, Cina per finire in Giappone.


_________________
Segui WolfOtakar su Twitter Smile

Vacanze in Calabria

Wolf Otakar
Admin
Admin
 
Messaggi: 2842
Registrato: 12/02/07 22:49
Residenza: Regedit
    Invia messaggio privato Profilo  


Rispondi

Diritto e Legislazione

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi