La mia assurda storia


Rispondi
    Rispondi citando

La mia assurda storia

Bojan89 » Gio Ott 14, 2010 2:22 pm

La storia che vi sto per raccontare potrà sembrarvi assurda, ma è veramente reale. Tutto parte dal fatto che un mio amico mi aveva dato da gestire i suoi indirizzi e-mail e il suo profilo facebook. Io entravo con le sue password, e lui a sua volta entrava con il mio profilo per spiare quelle persone che non lo avevano accettato tra gli amici. Un giorno avvenne che un altro mio amico mi disse che le password dei profili e degli indirizzi che gestivo con il mio amico erano finiti nella mani di gente sconosciuta che utilizzava ad esempio gli indirizzi e le password per aggiungere amici ("trovamici") sui vari portali. Allora io cambiai le password di tutti quei profili e di indirizzi (anche quelli che il mio amico mi aveva dato il consenso a gestire). Passa qualche giorno e questo mio amico va a riferire in giro che io gli avevo rubato tutto, che ero un hacker, e che avrei pagato; aggiunse inoltre che non le interessava nulla di quel mondo virtuale. Passa qualche tempo e questa persona mi querela e mi chiede tantissimi soldi come risarcimento danni. Io ora non so come comportarmi, la situazione è alquanto assurda. Cosa mi consigliate di fare per tirarmene fuori?

Bojan89
User Newbie
User Newbie
 
Messaggi: 6
Registrato: 14/10/10 14:12
    Invia messaggio privato Profilo  

    Rispondi citando

Re: La mia assurda storia

groucho92 » Gio Ott 14, 2010 3:50 pm

Bojan89 ha scritto:Passa qualche giorno e questo mio amico va a riferire in giro che io gli avevo rubato tutto, che ero un hacker, e che avrei pagato; aggiunse inoltre che non le interessava nulla di quel mondo virtuale.

Che bell' amico! Very Happy Very Happy Very Happy
La cosa da fare è far scendere in campo il tuo avvocato, se sei già stato querelato. Altrimenti vai da questo tuo "amico" e digli di procedere nello stesso modo, infatti se lui è entrato con il tuo profilo puoi benissimo denunciarlo per furto d'identità.
MA la cosa è successa su Facebook?

groucho92
User
User
 
Messaggi: 50
Registrato: 11/09/10 09:20
    Invia messaggio privato Profilo  

    Rispondi citando

Bojan89 » Gio Ott 14, 2010 4:00 pm

Esatto. Il problema è che io non posso denunciarlo perchè sono passati più di 3 mesi da quando è accaduto l'ultima volta. Infatti rispetto alla querela sono stato chiamato 4 mesi dopo dalla polizia postale e ora non posso fare più nulla. Comunque lui mi accusa di averle rubato anche la password di facebook, collegata all'indirizzo hotmail.

Bojan89
User Newbie
User Newbie
 
Messaggi: 6
Registrato: 14/10/10 14:12
    Invia messaggio privato Profilo  

    Rispondi citando

groucho92 » Gio Ott 14, 2010 4:10 pm

Esattamente lui per cosa ti ha denunciato? Furto d'Identità?

groucho92
User
User
 
Messaggi: 50
Registrato: 11/09/10 09:20
    Invia messaggio privato Profilo  

    Rispondi citando

Bojan89 » Gio Ott 14, 2010 4:11 pm

groucho92 ha scritto:Esattamente lui per cosa ti ha denunciato? Furto d'Identità?

Per aver effettuato l'accesso abusivo, ovvero mi ha dato dell'hacker

Bojan89
User Newbie
User Newbie
 
Messaggi: 6
Registrato: 14/10/10 14:12
    Invia messaggio privato Profilo  

    Rispondi citando

francois007 » Gio Ott 14, 2010 6:29 pm

Non c'è luogo a procedere se sai far valere la tesi che le password ti sono state fornite dal tuo amico... anzi, potresti denunciarlo tu a questo punto per calunnia e ribalteresti la situazione.

Quel che mi puzza è come mai lui accedeva al tuo profilo di facebook... i dati glie li hai dati tu o te li ha sottratti?

Per quanto riguarda il terzo amico non ho ben capito il suo ruolo, ne come avesse fatto a capire che le password erano state rubate da sconosciuti... vuoi vedere che l'artefice di tutto è lui? E che ha usato un metodo fraudolento per fregarti i dati di accesso con un programma spia?

In ogni caso puoi fare comunque denuncia, e farti assistere da un avvocato, che deve immediatamente richiedere il sequestro dei pc di voi tre (il tuo, quello del tuo amico e dell'amico del tuo amico)... solo da un'indagine e da un'attenta analisi sui dati presenti nei pc, da incrociare con quelli dei gestori telefonici, potrete capire cosa è accaduto realmente...

Solo da un'indagine forense, fatta da un tecnico abilitato nominato CTU dal giudice, potrai e potrete capire cosa realmente è avvenuto e ricercare con esattezza il vero colpevole.

A presto.

_________________
Hosting, Server Managed & VPS

francois007
SuperMod
SuperMod
 
Messaggi: 856
Registrato: 01/03/07 00:29
Residenza: LINUX KERNEL
    Invia messaggio privato Profilo [ Nascosto ] HomePage MSN

    Rispondi citando

Bojan89 » Ven Ott 15, 2010 10:13 am

In ogni caso puoi fare comunque denuncia, e farti assistere da un avvocato, che deve immediatamente richiedere il sequestro dei pc di voi tre (il tuo, quello del tuo amico e dell'amico del tuo amico)... solo da un'indagine e da un'attenta analisi sui dati presenti nei pc, da incrociare con quelli dei gestori telefonici, potrete capire cosa è accaduto realmente...

Solo da un'indagine forense, fatta da un tecnico abilitato nominato CTU dal giudice, potrai e potrete capire cosa realmente è avvenuto e ricercare con esattezza il vero colpevole.

A presto.[/quote]
Il problema grosso è che, essendo una questione " da poco", il mio avvocato ha detto che difficilmente verranno fatte indagini approfondite ma che si baseranno più sulle testimonianze.

Bojan89
User Newbie
User Newbie
 
Messaggi: 6
Registrato: 14/10/10 14:12
    Invia messaggio privato Profilo  

    Rispondi citando

arachnico » Sab Ott 16, 2010 3:21 am

Ma con il fatto che ti ha querelato intendi che sei stato contattato dl suo avvocato (o chi per lui), giusto? Altrimenti avresti detto "denunciato".

Nel qual caso fidati che è scemo lui ad impegolarsi in uno dei nostrani infiniti processi civili, peraltro con una accusa così debole. Per me un processo del genere è già difficile che proceda, ma anche fosse e malauguratamente lo perdessi, quanto potrà mai quantificare di danno qualche vecchio giudice di pace che ha domandato per tutto il processo (28 anni circa) "s'à lè il feisbus?".

_________________
Fakeoffice.tk

arachnico
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 293
Registrato: 29/12/08 01:44
Residenza: Altrove
    Invia messaggio privato Profilo  

    Rispondi citando

Bojan89 » Sab Ott 16, 2010 11:42 pm

arachnico ha scritto:Ma con il fatto che ti ha querelato intendi che sei stato contattato dl suo avvocato (o chi per lui), giusto? Altrimenti avresti detto "denunciato".

Nel qual caso fidati che è scemo lui ad impegolarsi in uno dei nostrani infiniti processi civili, peraltro con una accusa così debole. Per me un processo del genere è già difficile che proceda, ma anche fosse e malauguratamente lo perdessi, quanto potrà mai quantificare di danno qualche vecchio giudice di pace che ha domandato per tutto il processo (28 anni circa) "s'à lè il feisbus?".

Ahimè, la cosa è penale non civile. Comunque sono stato querelato nel senso che lei ha esposto querela in polizia e dopo aver dato la mia versione dei fatti il suo avvocato ha fatto una proposta per chiudere il tutto prima che vengano fatte delle indagini. Che tristezza certe situazioni...

Bojan89
User Newbie
User Newbie
 
Messaggi: 6
Registrato: 14/10/10 14:12
    Invia messaggio privato Profilo  

    Rispondi citando

arachnico » Dom Ott 17, 2010 2:44 pm

Perciò in pratica ti sta diciamo ricattando per estorcerti qualcosa, se non vuoi che la polizia ti indaghi come hacker (o come ladro di identità). Nessun altro era a conoscenza del vostro accordo verbale? È pur sempre la tua parola contro la sua.

_________________
Fakeoffice.tk

arachnico
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 293
Registrato: 29/12/08 01:44
Residenza: Altrove
    Invia messaggio privato Profilo  


Rispondi

Diritto e Legislazione

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi