EDITORIALE APRILE/MAGGIO 2011: Rivoluzione online!


Rispondi
    Rispondi citando

EDITORIALE APRILE/MAGGIO 2011: Rivoluzione online!

francois007 » Dom Mag 22, 2011 3:29 pm

Apro questo editoriale in maniera diversa dal solito, mi emoziono nel dare un titolo così forte a un post che richiama i veri valori di "LIBERTÀ" e di "DEMOCRAZIA" colonne portanti dello strumento che tutti utilizziamo e che si chiama RETE.

Non ci siamo sentiti per un pò, ma stavo meditando in silenzio su tutto quello che accade nel mondo, o addirittura dietro l'angolo, partito in modo silente e poi sfociato in forme di rivolta estrema nel Nord Africa, di popoli soffocati da governi tiranni e regimi sanguinari.
La rete è stato il canale dove ne censura ne ostacoli hanno impedito il libero transito di idee, di progetti, di come organizzare scioperi e occupazioni. Tutti si sono dati appuntamento in piazza, c'è chi adesso in Libia imbraccia le armi e lotta perché ha sete di giustizia, di libertà, per troppo tempo offesi e vilipesi, derisi e calpestati.

Questi popoli derisi e maltrattati, ora scalano l'Olimpo dei propri governanti a reclamare i propri diritti.
Ora questa massa anonima, questa Africa di colore, scura, taciturna, che urla in tutto il continente con la stessa voce. Questi popoli sono quelli che cominciano ad entrare definitivamente nella propria storia, cominciano a scriverla col proprio sangue, cominciano a soffrirla e a morire.
È una luce che si è accesa in questa rete e che marcia inarrestabile, che spera e sogna un mondo migliore senza guerre, fame e soprusi, per la quale vale la pena di sacrificare la propria vita fino alla morte sui campi di battaglia di tutti i continenti.

Questa lotta continuerà sino alla vittoria. Ora in Africa, così vicina a noi e allo stesso tempo così presente, ci mostra la brutalità dell'imperialismo e la rabbia dei popoli che se ne vogliono sbarazzare. Una brutalità che non ha frontiere, perché l'imperialismo non è patrimonio di un determinato paese, ma solo di pochi uomini senza scrupoli.
Bestie furono le orde hitleriane e bestie i governi dei popoli africani... perché l'imperialismo fa degli uomini delle fiere inferocite assetate di sangue, disposte ad assassinare e distruggere persino l'ultima immagine di un rivoluzionario che lotta per la libertà.

Noi tutti speriamo in un mondo migliore, lo vogliamo.
"Trattiamo bene la terra su cui viviamo: essa non ci è stata donata dai nostri padri, ma ci è stata prestata dai nostri figli" (proverbio Maasai).

A presto...

_________________
Hosting, Server Managed & VPS

francois007
SuperMod
SuperMod
 
Messaggi: 856
Registrato: 01/03/07 00:29
Residenza: LINUX KERNEL
    Invia messaggio privato Profilo [ Nascosto ] HomePage MSN


Rispondi

EDITORIALE

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi